Gabriele Mainetti apre il programma di OndeVisioni a Procida

Il logo di della rassegna OndeVisioni raffigura una testa femminile

Immaginare Futuri è l’invito rivolto a cineasti, scrittori, artisti digitali, filosofi, antropologi, esperti di multimedialità e transmedialità nella prima edizione di OndeVisioni, a Procida dal 16 al 18 settembre. Con un’anteprima l’11 settembre dedicata a Libero De Rienzo, attore amico dell’isola, e la presenza di Gabriele Mainetti che il 16 settembre introdurrà il suo ultimo film, Freaks Out.

A cura di Daniele De Cicco e Gennaro Carillo, il programma di OndeVisioni esplora i linguaggi dell’audiovisivo nelle loro declinazioni più innovative, inaugurando una nuova rassegna nel solco de Il Vento del Cinema, manifestazione ideata da Enrico Ghezzi che si è svolta sull’isola fino al 2009, incentrata sul rapporto tra settima arte e filosofia.

Due anime che nella nuova rassegna procidana sono rappresentate da De Cicco, già project manager di Il vento del cinema, fondatore della società di produzione Redibis Film e docente alla Scuola Holden e allo IAAD, e da Carillo, professore ordinario di Storia del pensiero politico, Storia della filosofia e Filosofia teoretica all’Università Suor Orsola Benincasa, e di Filosofie della polis all’Università Federico II.

OndeVisioni porrà domande e cercherà risposte sul futuro prossimo e remoto non solo del cinema, ma in generale dell’audiovisivo – spiega Daniele De Cicco – Da sempre l’evoluzione della tecnica influenza i contenuti. Come? in realtà non lo sappiamo, proveremo a immaginarlo nei tre giorni della rassegna”.

Il programma di OndeVisioni accosta film accomunati da una proiezione al futuro, sia recenti sia storici, con la realtà virtuale e il videogame. Apre al confronto con addetti ai lavori, autori e studiosi del settore, moltiplicando i punti di vista. Affronta temi cruciali, dal machine learning all’intelligenza artificiale, fino alla crisi attraversata dal cinema, per provare a intravedere vie d’uscita.
La rassegna è inserita nel programma di Procida Capitale italiana della Cultura 2022.

Il programma di OndeVisioni

➡️ Leggi anche: La cultura non isola | Letteratura e Cinema a Procida

Tra realtà virtuale e videogame

Al mattino il programma di OndeVisioni è incentrato sulla parte alta dell’isola, coinvolgendo due luoghi evocativi e di grande fascino, l’ex carcere di Palazzo d’Avalos e l’ex convento di Santa Margherita, restaurato di recente e aperto in anteprima per l’inaugurazione con il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Qui, dalle ore 10, il pubblico potrà scoprire due cortometraggi in realtà virtuale e dialogare con gli autori:

  • Mono di Chiara Troisi, è un cortometraggio sviluppato al Biennale College Cinema e presentato in anteprima alla 79ma Mostra del Cinema di Venezia. Lo si potrà vedere nell’ex convento di Santa Margherita.
  • VR Free di Milad Tangshir, presentato a Palazzo d’Avalos, esplora l’essenza dei luoghi di detenzione raffigurando frammenti di vita all’interno di un carcere torinese e la reazione di alcuni detenuti nel corso di brevi esperienze con video immersivi che raccontano la vita fuori dal carcere.

La visione è individuale e disponibile ogni 20 minuti fino alle 12,40. Le prenotazioni aprono il 2 settembre sul sito OndeVisioni.

A Santa Margherita saranno allestite anche tre postazioni per provare il videogioco di corse di fantascienza Redout 1 – 2 e Spin Off, sviluppato dallo studio italiano 34BigThings, con introduzione dell’ideatore Ivano Zanchetta.

Il programma di OndeVisioni giorno per giorno

Il tema principale della rassegna, Immaginare Futuri, viene declinato ogni giorno in modo diverso, con appuntamenti, proiezioni e ospiti che incontreranno il pubblico. Dalle 15 alle 20,30 l’evento si trasferisce al Procida Hall, per i forum tematici incentrati su focus diversi. E a inaugurare la rassegna sarà Gabriele Mainetti, che introdurrà il suo film Freaks Out del 2021.

Anteprima l’11 settembre

Alle ore 20 al Cinema Procida Hall si terrà un omaggio a Libero De Rienzo, attore indissolubilmente legato all’isola da lui tanto amata, con la proiezione di Takeaway (2021) di Renzo Carbonera. Il film è l’ultima interpretazione del “Picchio”; parteciperanno il regista e alcuni attori del cast.

Libero De Rienzo – Instagram

Venerdì 16 settembre

  • Ore 15 Forum “L’immagine a venire”, con Riccardo Milanesi, Daniela Minuti e Carlo Rodomonti
  • Ore 17,30 Riccardo Milanesi introduce Gravity, di Alfonso Cuarón (2013).
  • Ore 20,30, Gabriele Mainetti introduce il suo film Freaks Out (2021).

Sabato 17

  • Ore 15 Forum “Black Mirror / White Mirror: la paura e la speranza”, con Stefano Balassone, Aldo Schiavone e Giorgia Serughetti
  • Ore 17,30 Stefano Balassone introduce Blade Runner di Ridley Scott (1982)
  • Ore 20,30 Aldo Schiavone introduce Crimes of the Future di David Cronenberg (2022).

Domenica 18

  • Ore 15 Forum “Il desiderio è futuro”, con Cristina Battocletti e Raffaele Alberto Ventura
  • Ore 17,30 Raffaele Alberto Ventura introduce Metropolis di Fritz Lang (1927) in versione restaurata dalla cineteca di Bologna
  • Ore 20,30 Cristina Battocletti introduce Titane di Julia Ducurnau, vincitore della Palma d’Oro al Festival del Cinema di Cannes nel 2021.
Freaks Out – courtesy Lucky Red

“Come nei keynote speech di Apple, faremo il bilancio dello stato della tecnologia e proveremo a dare una prospettiva – conclude Daniele De Cicco – L’ambizione è quella di rendere OndeVisioni un appuntamento fisso in cui si possano convalidare o smentire le tesi discusse anno dopo anno”.

More